La parola del martedì – [5] Hipopotomonstrosesquipedaliofobia

La parola del martedì – [5] Hipopotomonstrosesquipedaliofobia

Hippopotamoche?!? Sono andato fuori di testa direte voi… Che razza di parola hai scelto per questo martedì? Ho optato per un lemma non molto comune: è una logofobia, ovvero una paura collegata alle parole, che può rendere un discorso una vera tortura per chi ne soffre.

La Hipopotomonstrosesquipedaliofobia (o Sesquipedaliofobia, per chi è hipopotomonstrosesquipedaliofobico) è definita come una fobia persistente, anormale e ingiustificata delle parole lunghe o poco frequenti. Il disordine, in particolare, è causato dalla paura di pronunciare scorrettamente la parola in questione (per esempio, in una conferenza all’Università, in colloqui scientifici o tecnici e altre situazioni di tensione in cui si è sotto esame): il fattore scatenante si trova nella situazione che, per il fobico, rappresenterebbe la possibilità di essere esposto al ridicolo, di vedersi in svantaggio oppure di essere considerato come qualcuno di cultura inferiore o scarsa intelligenza.

Bella domanda, Philosoraptor!
Questo nome, molto lungo e complicato, deriva da quattro parole, due latine e due greche : Hipopoto (grande), mostro (mostruoso), sesquipedali (forma mutilata del latino “sesquipedalian”, ovvero, parola grande) e phobos (paura). È quasi ironico che si usi un gigante di lettere per denominare questa paura, come se il medico volesse farsi beffa del paziente.

Diciamocelo in faccia, un po’ tutti soffriamo di questa forma di paura. Chi non ha avuto un po’ di tensione durante una lettura, un’interrogazione o una conversazione, in cui si usavano (o dovevano usare) dei paroloni? A me capita quando salgo sull’ambone per le letture domenicali della Messa, poiché, soprattutto nell’Antico Testamento, sono costellate di nomi difficili e numeri lunghi scritti in lettere. Solo un po’ di tensione e mai una vera e propria fobia o crisi di panico.

Luogo di terrore puro per un hipopotomonstrosesquipedaliofobilico!
Ma secondo voi perché ho scelto questa parola? Semplice! Io adoro i paroloni, e giocando ad un quiz mi è apparsa questa fobia: amore a prima vista! E poi ho visto l’immagine del Philosoraptor: secondo colpo di fulmine. Così ho deciso di condividerla con voi.
E voi? Siete mai stati hipopotomonstrosesquipedaliofobici?
La parola del martedì – [5] Hipopotomonstrosesquipedaliofobia
Vota questo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *