Origin – Dan Brown

Origin – Dan Brown

Crypto (titolo originale in lingua inglese: Digital fortress) è il primo romanzo thriller di Dan Brown, scritto nel 1998 e pubblicato in Italia il 27 giugno 2006.

Mi sono innamorato di Dan Brown prima che plasmasse Robert Langdon. Infatti il mio primo incontro con l’autore americano è avvenuto con Crypto: la giusta dose di scienza e suspense, di colpi di scena e personaggi con molte identità. Ed è stato amore. Dopo Crypto ho divorato ogni suo singolo thriller.

Quindi il 3 ottobre di questo 2017 non potevo non comprare il quinto libro della saga di Langdon, che usciva ben quattro anni dopo Inferno, pieno di aspettative e ben contento di aver ritrovato un compagno di avventure. E devo dire che Origin è un ottimo prodotto in cui si riconosce la penna di Dan.

Ogni suo libro ha un filo conduttore è quello di Origin è l’origine del mondo e il destino della razza umana. Infatti nelle 560 pagine si affronta il confronto tra scienza e religione, e si cerca di dare risposta alle eterne domande: chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo? E le risposte saranno scioccanti, ci faranno riflettere ma saranno aperte: una possibilità, più che una risposta vera e propria. E questa è una novità nei thriller del noto autore statunitense.

Copertina dell’edizione italiana di Origin. Mostra il viso di Adamo dell’affresco della Creazione di Michelangelo con scritte oro a rilevo che si mescolano a strutture di chimica organica (guarda caso la chimica che regola anche la vita).

Il romanzo offre ottime riflessioni: preponderante è il confronto tra religione e scienza, ma anche il progresso nelle nuove tecnologie di Intelligenza Artificiale, che sta diventando sempre più intelligente, sugli sviluppi etici di questa branca scientifica, e la deriva del fondamentalismo religioso che può essere molto pericoloso. E se condiamo questi ottimi spunti con suspense, la solita bella donna aiutante del nostro amato professore e soprattutto con Robert Langdon e la sua conoscenza del simbolismo religioso, otteniamo un ottimo thriller.

Ma c’è un ma. O meglio alcuni ma.

Primo ma, il prezzo. Per uno come me che, amando l’autore non ha problemi a spendere un po’ di più per la prima edizione del romanzo, non ci sono problemi, ma devo dire che 25 euro sono tantini. Oddio il libro ha una bellissima copertina e nella libreria non sfigura vicino a quella altrettanto bella di Inferno (precedente thriller con protagonista Langdon, ambientato a Firenze e che prende spunto dalla Commedia Dantesca), però qualcuno aspetterà sicuramente l’edizione economica per gustarsi il romanzo ad un prezzo accessibile.

Il futuro che stiamo vivendo già oggi sono macchine in grado di pensare, apprendere e reagire al mondo esterno. Winston, che aiuterà Robert nel corso di tutto il libro, è un esempio avanzatissimo di IA.

Secondo ma. Finisce un po’troppo presto. A cento pagine dalla fine il libro termina, o meglio termina per come Dan ci ha abituato: questa cosa mi ha un po’spiazzato, a tal punto da lasciarmi indeciso per giorni se il libro mi fosse piaciuto o meno. L’unico colpo di scena di queste ultime cento pagine è scoprire la mano che ha mosso i vari protagonisti e perché ha fatto ciò che ha fatto: un  lettore affezionato a Brown o uno sveglio e avvezzo ai thriller invece lo scopre a metà del libro o anche prima. Questa cosa mi ha un po’ deluso e il mio giudizio oscilla tra un libro confezionato di corsa e un cambio di stile nella scrittura di Dan che non gli è molto riuscito.

Terzo e ultimo ma. Manca il colpo di scena finale tipico di questo autore, quel capitolo, quella situazione che ti fa unire i puntini. Un esempio? Il ritrovamento della telecamera che incrimina il Camerlengo in Angeli e Demoni e le azioni che seguono questa scena e che lasciano il lettore spiazzato. In Origin non c’è. Finisce piatto, come se l’autore avesse completato la storia alla pagina 450 ma per contatto ne dovesse consegnare 560. Ecco la mia sensazione.

Questa è una mia foto della Sagrada Familia. Un parte del libro è ambientata a Barcellona. Le altre si svolgono a Bilbao e Madrid.

Vi starete chiedendo: ce lo consigli? Certo! Soprattutto se amate Dan Brown. Vi sto solo avvertendo di non aspettarvi un Dan in forma, piuttosto un ottimo spunto per riflettere su Dio che si trova nella scienza e sulla Scienza che si trova in Dio.

Scheda Libro

Foto del supercomputer del BSC (Barcelona Supercomputing Center) Marenostrum 4, che oltre a essere uno dei più potenti computer al mondo, implementerà delle nuove tecnologie che porteranno il mondo della computazione verso nuovi orizzonti. Quindi il ritratto che viene fornito nel libro è molto simile alla realtà. Curiosità: il centro sorge in una chiesa sconsacrata e ciò ne fa quasi un tempio alla scienza.
  • Autore: Dan Brown
  • Titolo: Origin
  • Sottotitolo: —
  • Editore: Mondadori
  • Anno: 2017 
  • Collana: Omnibus
  • Prezzo: € 25,00 (€ 15,99 per l’e-book)
  • Lingua: italiano (originale inglese)
  • Traduttore: A. Raffo  –  R. Scarabelli
  • Voto: 8,5/10
  • Copia: cartacea
Origin – Dan Brown
4 (80%) 1 vote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *