La parola del martedì – [13] Nipponico

La parola del martedì – [13] Nipponico

Niente sono Nippo-Maniaco.

Ciao a tutti mi chiamo Ivan e sono circa dieci giorni che non penso al Giappone. Si va bene sono un nippomaniaco. Sinceramente non so cosa mi attragga veramente di questo paese: sarà la cultura millenaria fusa con la tecnologia più moderna, saranno i manga o gli anime, sarà la cucina o la vicina lontananza del Giappone ma io ne vado pazzo. Vediamo il nostro aggettivo.

nippònico agg. [der. di Nippon, nome ufficiale, dal sec. 7° d. C., del Giappone: è lettura giapp. del cinese Jihpen, abbrev. di Jihpenkuo «paese dell’origine del sole», cioè «del sol levante», adattata, da Marco Polo in poi, in ZipanguCipangu, e altre simili varianti] (pl. m. –ci). – Del Giappone (sinon. quindi, più letter., di giapponese): la civiltàl’arte n.; o relativo al Giappone: studî n. (v. anche iamatologia). Come sost., i Nipponici, i Giapponesi.

http://www.treccani.it/vocabolario/nipponico/

Quindi cosa dirvi, il Giappone è un’altra di quelle cose che mi influenzano da sempre, come una calamita che mi attrae da lontano, anche nelle letture: infatti adoro Murakami Haruki, Banana Yoshimoto, Kenzaburo Oe e Yasunari Kawabata per citarne solo alcuni, gli Haiku (di cui vi parlerò presto) e Katsushika Hokusai (il pittore della Grande Onda di Kanagawa). Anzi sapete cosa vi dico? Iniziamo una nuova rubrica: Nippomania. Parleremo del Giappone letterario, dei suoi premi Nobel e delle sue peculiarità.

E a voi piace il Giappone? Ci siete stati oppure lo sognate da lontano come me, nei fumetti o nei racconti?

La parola del martedì – [13] Nipponico
Vota questo post!

2 pensieri riguardo “La parola del martedì – [13] Nipponico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *