Th1rteen R3asons Why- Jay Asher [Pt.2 Confronti e critiche]

Th1rteen R3asons Why- Jay Asher [Pt.2 Confronti e critiche]

La copertina dell’edizione inglese, il cui titolo rende più giustizia al contenuto, Tredici Ragioni Perché…

Ho già parlato di Thrteen Reasons Why elogiando il libro e le idee dietro al libro, sia i temi sia la struttura della narrazione. Ma come in ogni cosa c’è un ma, e anche grosso: nella serie tv il suicidio è trattato in maniera diversa rispetto al libro, ma riusciamo a dire quale sia migliore? E poi parleremo delle differenze tra la serie tv e il libro e vi dirò quale dei due è il mio preferito. (ATTENZIONE DA QUI C’È TALMENTE TANTO SPOILER CHE SE NON AVETE VISTO LA SERIE QUA LA VEDETE PER DIRETTISSIMA).


Clay, protagonista maschile del romanzo, è uno dei due punti di vista con cui è raccontata la storia.

Partirei dal protagonista maschile, Clay. Le differenze tra libro e serie tv sono grandi, al punto che tratteggiano due personaggi diversi. Il romanzo lo vediamo più introverso e meno legato ai personaggi, mentre nella serie ha più link con i protagonisti delle cassette. Inoltre il libro ha una cornice narrativa meno ampia che permette meno di scoprire il Clay al di fuori della narrazione di Hannah o dai suoi ricordi collegati agli episodi delle cassette.

Una forte differenza sta nel tempo in cui Clay ascolta le cassette: nel libro le riproduce tutte in una notte con una tazza di caffè in mano, mentre nella serie gira in bici per la città, o si ferma al Monet, o è in compagnia di Tony ma comunque ci mette diversi giorni prima di arrivare alla fine. Inoltre sentiamo meno i suoi pensieri che sono più diluiti nelle immagini. Inoltre Clay nella serie è un ragazzo che ha anche problemi psichici per cui prendeva dei farmaci, ciò lo rende più sensibile alle varie vicende. Rimane comunque il vero protagonista della storia.

Vi ricorda qualcosa questa scena?

Veniamo invece ad Hannah, le modalità del suicidio cambiano tra libro e serie tv: nel primo ingoia delle pillole mentre nella seconda si taglia le vene immersa in una vasca di acqua calda. Non vi ricorda qualcosa? Un’altra morte celebre nel mondo letterario?

Dopo queste parole, tagliano le vene del braccio in un solo colpo. Seneca, poiché il suo corpo vecchio ed indebolito dal vitto frugale procurava una lenta fuoriuscita al sangue, si recise anche le vene delle gambe e delle ginocchia.

Publio Cornelio Tacito, Annales, XV, 63

Manuel Domínguez Sánchez, Il suicidio di Seneca, 1871, Museo Nacional del Prado, Madrid

Per chi, come me, ha studiato letteratura latina (io ho fatto lo scientifico tradizionale) non può non saltare all’occhio la forte analogia con il racconto del suicidio di Seneca degli Annales di Tacito. E così il gesto di Hannah si carica di una sorta di eroismo stoico, e ciò ha fatto molto discutere. Anche se sul web, questa analogia non è mostrata, sicuramente è stata molto criticata questa linea scelta dagli autori: infatti il suicidio è mostrato come un atto eroico, l’unica via di fuga, quasi esaltandolo; alcuni psicologi parlano di istigazione al suicidio e di ondate di gesti simili tra gli studenti americani. Già il libro aveva suscitato simili critiche, ma la serie tv, che si carica di un pathos maggiore, complici le immagini forti e il supporto video che lascia poco spazio all’immaginazione, ha attirato su di sé maggior dibattito.

Tony Padilla, una sorta di Deus ex Machina della serie tv.

Altro personaggio di rilievo nella serie tv è Tony Padilla, che aiuta e controlla Clay mentre ascolta le cassette, soprattutto quando è il turno della sua. Nel libro è pressoché assente, o meglio non assume il ruolo di custode/guida del telefilm, e Clay scopre la sua missione solo alla fine del romanzo.

Altre sono le differenze tra serie tv e romanzo e ve le elenco di seguito.

  • Skye, la ragazza dark che si vede parlare con Clay, nel libro è una vecchia compagna di classe che il protagonista vuole aiutare alla fine del romanzo perché crede possa compiere anche lei il gesto di Hannah. Nella serie invece lavora al Monet e intrattiene più dialoghi con Clay, facendo nascere qualcosa tra i due alla fine della prima stagione.
  • I Baker nel libro hanno un negozio di scarpe, invece nella serie possiedono un supermarket con dentro una farmacia e sono in crisi per l’apertura del Wallmart, che porta via lavoro ai piccoli commercianti.
  • Courtney non scopre la sua omosessualità nel libro, l’episodio narrato è solo un gioco provocatorio per cogliere in fallo Tyler.
  • L’ordine delle cassette che raccontano la famosa festa in cui Jessica viene violentata, è invertito: nel libro Clay è nella cassetta 5 lato A e apre le tre narrazioni della festa; nel telefilm invece è nella 6 lato A e conclude l’episodio del party.
  • Chi muore nell’incidente causato dall’abbattimento del cartello da parte di Sheri, non è Jeff, tutor e amico di Clay che lo ha aiutato a parlare con Hannah ad una festa nella serie tv, ma un ragazzo che non ha legami coi protagonisti.
  • Nel libro l’episodio di Hannah e Bryce non è un vero stupro, perché lei semplicemente smette di lottare e si abbandona a lui senza combattere, quasi fosse un automa. Nonostante questo segni definitivamente Hannah e sia il penultimo episodio che la porterà al suicidio, non è carico della valenza che si dà nella serie: qui invece è uno stupro in piena regola in cui Bryce abusa di Hannah, già debole mentalmente per quello che le è accaduto, fisicamente.
  • Nella cassetta 6 lato B manca l’episodio in cui Hannah smarrisce i soldi, che i suoi genitori affidano a lei perché li porti in banca: nella serie tv è un passo importante perché acuisce il senso di colpa di Hannah anche nei confronti della famiglia che prima era una piccola oasi di pace.
  • Clay nel libro non registra la confessione di Bryce perché non c’è nessun crimine: infatti nel romanzo Bryce è definito come un viscido sfruttatore di ragazze, mentre nella serie tv è già tratteggiato come violento.
  • Nella serie, Clay registra la confessione di Bryce sulla cassetta 7 lato B (lascia vuota da Hannah) e la da a Mr. Porter mentre Tony da le copie delle registrazioni alla famiglia di Hannah. Nel libro, Clay da le cassette a Bryce.
  • Essendo che molte registrazioni di Hannah contengono dei crimini, compreso lo stupro di Bryce a Hannah e Jessica, gli altri protagonisti delle registrazioni non vogliono che Clay ascolti il resto e lo divulghi. Nel libro, invece, egli tiene le informazioni per se stesso senza divulgarle.
  • Nella serie Alex tenta il suicidio.
  • La serie Netflix crea una cornice narrativa più ampia di quella del libro: i Baker querelano la scuola e fanno ricerche su Hannah e i suoi compagni; c’è un processo in cui la madre di Clay è avvocato difensore della scuola; i personaggi protagonisti delle registrazioni sono tratteggiati meglio e sono anche protagonisti delle immagini, inoltre si riuniscono per arginare Clay che vuole denunciare i crimini che ha ascoltato. Nella serie inoltre molti protagonisti si fanno aiutare (Jessica con il suo problema dell’alcol, Sheri confessa che è colpa sua l’incidente di Jeff, e altri ancora). Nel libro invece la cornice è più debole, perché l’autore preferisce concentrarsi su Clay e sui suoi sentimenti.
Il motto del libro e della serie Tv: “Se stai ascoltando, allora è troppo tardi”

E niente, non vi resta che riguardare la serie dopo aver letto il libro: così apprezzerete ancora di più il lavoro degli autori e le modifiche alla narrazione. Ah dimenticavo una curiosità. Nella mia edizione del romanzo (quella edita da Mondandori dopo l’uscita della serie) è inserito il primo finale del romanzo come era nato dalla penna di Asher, Hannah sopravvive al tentativo di suicidio: l’happy ending avrebbe sicuramente tolto forza alla narrazione e reso sciapo un romanzo ben costruito. Ringraziamo l’editor che ha fatto questa scelta.

Oggi ho sforato un po’ dalla lunghezza dei miei articoli ma era un progetto che è nato quando ho letto il libro. Al prossimo articolo ritorno nei ranghi. Stay Tuned.

Th1rteen R3asons Why- Jay Asher [Pt.2 Confronti e critiche]
Vota questo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *