Su di Me

Ciao a tutti, mi chiamo Ivan Minella e sono dieci minuti che non leggo niente. Ciaoooo Ivan…

Sì, io mi chiamo Ivan Minella e sono un book addict (perdonate l’anglicismo, se vi garba di più chiamatemi pure librodipendente). Amo leggere qualsiasi cosa: libri cartacei, e-book, riviste, etichette di prodotti… Se ha delle lettere stampate (ma anche le lettere di pixel vanno bene) è amore a prima vista (anche se il più delle volte scema subito dopo). Così ho deciso di tenere questo blog per parlare di libri con persone che li amano almeno quanto me, e per dare una giustificazione a questa dipendenza (meno dannosa per il fisico di quelle chimiche, ma altrettanto dannosa per il portafoglio, sob…)

Ho 22 anni di cui quasi 18 passati col naso immerso nei libri. Ossessione precoce, quella per la carta stampata, direte voi. Sì è nata presto, anticipata solamente da quella per le Ferrari (e le macchine in genere, meglio se con tanti cavalli o molto costose).

Ho una passione (che qualcuno chiamerebbe ossessione) per il font Garamond: ogni mio lavoro a pc né è pervaso. Sarà che è il font più usato dall’editoria italiana (http://www.ilpost.it/2015/10/22/font-libri-garamond/), oppure che i primi libri di cui mi sono innamorato li ho letti nelle edizioni tascabili Einaudi, ma lavorare con questo font mi rassicura.

Oltre a stare incollato con il naso sulle pagine, mi piace anche immortalare la natura con la mia reflex.


2018 bonus track 1


Nel frattempo gli anni sono diventati 23. Questo mio blog è cresciuto e anche io con lui (o lui con me, o tutti e due). Voglio raccontarvi qualcosa in più di me. Iniziando da dove vivo.

Abito in un ridente (ridente tipo Monna Lisa, insomma quel sorriso tipo paresi da ictus) paese della provincia di Novara. L’unica cosa bella che abbiamo vicino è il lago Maggiore.

Vi ho già raccontato della mia passione per la natura da fotografare, ma ancor di più mi piace studiarla, carpirne i segreti: ogni scienza è conoscenza e perciò mi piace leggere di fisica, di biologia, di cosmologia e di chimica.

La chimica è l’altra grande passione: la chimica è vita, è morte, con essa si può costruire e distruggere, si può guarire con i farmaci e uccidere con i veleni e il confine tra le due definizioni è labile. Con essa si spiega come funziona la natura e insieme si può tentare di domarla.

E poi c’è Giorgia. L’altro mio amore. Ma questa è un’altra storia…